REGOLAMENTO DEL MERCATO

  1. La disciplina delle attività di cui al presente Regolamento è emanata ai sensi e nel rispetto del D.Lgs 114/98, della L.R. 12/1999, come modificata dalla L.R. 24 maggio 2013 n. 4 e dalla L.R. 21 dicembre 2018, n. 23, della Delibera di Giunta Regionale n. 844/2013, della Delibera di Giunta Regionale n. 328/2019, contenente le modalità per l’individuazione dei mercatini storici con hobbisti e le caratteristiche del tesserino identificativo per gli hobbisti, e della deliberazione di Giunta Regionale n. 805/2019.

  2. Il presente Regolamento disciplina lo svolgimento del mercato del riuso denominato „Mercato delle Pulci di Bologna“ come definito all’art. 6 comma 1, lett. c-ter, della L.R. 12/99.

  1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di svolgimento della manifestazione denominata “Il Mercato delle Pulci di Bologna” alla luce delle recenti disposizioni normative regionali.

  2. La manifestazione è gestita dall’associazione Estragon Club nell’ambito della Manifestazione DiMondi Festival con il patrocinio del comune di Bologna ed ha lo scopo di valorizzare l’esposizione e la vendita di oggetti antichi ed usati di ogni genere merceologico, di modico valore altrimenti destinati alla dismissione.

  3. Sono tassativamente esclusi tutti gli articoli nuovi anche se riproducenti oggetti antichi e/o usati. 

 

  1. La disciplina delle attività di cui al presente Regolamento è emanata ai sensi e nel rispetto della L.R. 12/1999, come modificata dalla L.R. 24 maggio 2013 n 4, della Delibera di Giunta Regionale (D.G.R.) n. 844/2013 contenente le caratteristiche del tesserino identificativo per gli hobbisti, della D.G.R. n. 2065/2013 relativa all’ambito di applicazione della D.G.R. n. 844/2013 e tenuto conto della D.G.R. n. 151/2014 recante la “Definizione del concetto di riuso e conseguente inapplicabilità al medesimo delle norme regionali in materia di commercio”.

  2. Il presente Regolamento persegue le seguenti finalità:

    – Animazione e valorizzazione del territorio. I mercatini rappresentano un’occasione di incontro e di aggregazione per le persone, animano e valorizzano i luoghi dove si tengono, concorrono alla frequentazione dei centri storici e dei quartieri e costituiscono un importante strumento di sostegno alle attività commerciali e di servizio insediate stabilmente nelle aree in cui si svolgono.

    – Economicità. I mercatini del “riuso”, che si caratterizzano per il modico prezzo dei prodotti in vendita, possono rappresentare un’offerta alternativa ed economicamente vantaggiosa, di determinati prodotti.

    -Sostenibilità. Donare nuova vita ad oggetti altrimenti destinati allo smaltimento con conseguenti costi energetici, di lavoro ed impronta carbonica.

  1. “Il Mercato delle Pulci di Bologna” ha luogo con cadenza mensile nella prima domenica di ogni mese, presso la Tettoia Nervi a Bologna.

  2. Gli orari di vendita sono fissati dalle ore 09:30 alle ore 18:00 (durante i mesi regolati da ora legale) e fino alle ore 17:00 durante i mesi regolati da ora solare. Alcune edizioni potranno subire delle variazioni in termini di orario che verranno prontamente comunicate attraverso il sito del mercato.

  3. E’ fatto divieto agli espositori di abbandonare l’area assegnata nel periodo compreso nelle predette fasce orarie, salvo che non ricorrano giustificati motivi che gli organi di vigilanza possono chiedere di comprovare e salvo il caso di gravi intemperie qualora il maltempo provochi la forzata inattività di oltre la metà degli operatori della manifestazione.

  1. La manifestazione si svolge presso la Tettoia Nervi del Comune di Bologna.

  2. L’area di ogni stand corrisponde a max m. 3 x m. 2. Per esigenze tecniche e di servizio l’ente organizzatore si riserva la facoltà di cambiare o ridurre l’area concessa, senza che questo ingeneri alcun obbligo risarcitorio in capo alla stessa. I partecipanti al Mercato possono prenotare un massimo di 2 aree di vendita.

  3. Per esigenze di pubblico interesse o per causa di forza maggiore potranno essere introdotte modifiche temporanee nella durata, localizzazione, numero e dimensioni degli spazi espositivi (Stand).

  4. In particolari occasioni e/o in coincidenza di manifestazioni che comportano un eccezionale afflusso di persone, potrà essere autorizzato lo spostamento temporaneo del mercatino così come l’insediamento temporaneo di operatori aggiuntivi a quelli di cui al precedente comma 1 

  1. Possono partecipare al Mercato delle Pulci di Bologna:

    a) i minori di anni diciotto autorizzati da Genitori o Tutori presenti all’assegnazione degli stand;

    b) coloro che vendono, barattano o espongono o propongono per la vendita, oggetti propri, usati, altrimenti destinati alla dismissione o allo smaltimento in quanto tale attività è soggetta alla disciplina indicata dall’art.7-sexies (Valorizzazione ai fini ecologici del mercato dell’usato) del D.L. 208/2008 (Misure straordinarie in materia di risorse idriche e di protezione dell’ambiente) e dell’art. 180-bis (Riutilizzo di prodotti e preparazione per il riutilizzo dei prodotti) del D.lgs. 152/2006 (Norme in materia ambientale). Gli articoli usati esposti non possono superare un valore complessivo di 1.000,00 Euro ed un prezzo per singolo articolo non superiore ad euro 250. 

    CHI NON PUÒ VENDERE AL MERCATO:
    1. Ambulanti professionisti dotati di regolare licenza
    2. Hobbysti provvisti di tesserino
    3. Hobbysti sprovvisti di tesserino (chi presenta un’unica varietà merceologica come ad esempio: Dischi, Fumetti, Abbigliamento usato o nuovo, Stampe, Ceramiche, Accessoristica etc.)



    I soggetti che partecipano al mercatino del riuso denominato „Mercato delle Pulci di Bologna“ devono fornire all’organizzatore una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con la quale dichiarano:

    d.1. di partecipare al mercatino come privato (persona fisica) o legale rappresentante di associazione regolarmente costituita. Il legale rappresentante che non partecipa direttamente deve indicare nell’atto sostitutivo di notorietà anche i nomi ed i dati anagrafici degli eventuali incaricati;

    d.2. di aver preso visione delle norme contenute nel presente regolamento e delle disposizioni previste nell’atto di istituzione della specifica manifestazione;

    d.3. che gli oggetti esposti o venduti in occasione del mercatino del riuso a cui partecipano sono propri, usati, di modico valore, altrimenti destinati alla dismissione o allo smaltimento, ai sensi all’art. 3 della Direttiva 2008/98/CE e delle finalità di cui all’art. 180 bis del D.Lgs. 152/2006, come modificato dal D.Lgs 205/2010.

  2.  
  3.  Chi intenda ottenere l’assegnazione di uno spazio espositivo, deve prenotare uno stand tramite il sito www.mercatodellepulcibologna.it. L’ente organizzatore predispone la modulistica da utilizzare ai fini della partecipazione.

  4. Le domande sono esaminate secondo l’ordine di arrivo. (Gli stand saranno assegnati secondo la numerazione presente sul biglietto di acquisto).

  5. Coloro che hanno già presentato domanda, qualora non si presentino entro le ore 9:30 della Domenica del Mercato, saranno considerati rinunciatari. Tale area potrà essere assegnata ad altro espositore.

  6. E’, comunque, facoltà dell’organizzatore procedere ad assegnare edizione per edizione gli spazi espositivi che dovessero risultare non occupati.

  7. L’operatore ammesso a partecipare al mercatino deve essere presente per tutta la durata della manifestazione e non può essere sostituito, se non temporaneamente, da altre persone.

  8. Agli espositori è vietato:
    a. recare molestia richiamando il pubblico con amplificazioni, grida e schiamazzi;
    b. effettuare la vendita tramite estrazione a sorte o pacchi a sorpresa;
    c. vendere oggetti preziosi, armi, esplosivi, animali o qualsiasi merce considerata illegale e/o pericolosa.di modico
    d. partecipare a più di 5 edizioni nel corso dell’anno.

1. La concessione delle aree assegnate ha validità limitata al giorno di esposizione ed è effettuata dal Responsabile di Servizio. Tale concessione potrà essere rinnovata di mese in mese tramite il sito www.mercatodellepulcibologna.it
2. La concessione cessa alla sua naturale scadenza indicata nell’atto del suo rilascio, per rinuncia del titolare o per mancata registrazione presso lo stand informativo entro le ore 9:30 della Domenica del Mercato.
3. L’assegnatario dello spazio espositivo assume tutte le responsabilità verso i terzi derivanti da doveri, ragioni e diritti connessi con l’esercizio dell’attività, ivi compresi i danni arrecati a proprietà pubbliche o di terzi causati nel transito dell’area della manifestazione e/o nell’occupazione dello spazio assegnato.
4. I biglietti di acquisto delle piazzole di vendita sono nominali, non sono rimborsabili o cedibili a terzi.

  1. Possono partecipare al mercatino in qualità di hobbisti anche le ONLUS iscritte all’anagrafe delle ONLUS ai sensi dell’art.11 del D.lgs n. 460/97, le Organizzazioni di volontariato iscritte al registro regionale delle organizzazioni di volontariato ai sensi dell’art.6 della Legge n. 266/91 e di Associazioni iscritte all’albo comunale delle libere forme associative. In tal caso il tesserino deve essere intestato al Presidente dell’associazione, il quale può delegare uno o più soci della medesima associazione a partecipare al Mercato delle Pulci di Bologna.

  2. Gli operatori di cui all’art. 5 co. 1/d (Privati cittadini) ammessi a partecipare al mercatino, devono presentare apposita dichiarazione inerente l’attività svolta, e dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con fotocopia di un documento di identità valido.

  3. Quando le condizioni atmosferiche comportino l’assenza di più della metà dei partecipanti, la giornata del mercatino può essere annullata dall’ente organizzatore. Qualora l’annullamento venga deciso dopo la vidimazione dei tesserini identificativi, la vidimazione viene ritenuta valida per la successiva giornata di svolgimento del mercatino.

1. Il Soggetto Organizzatore dell’evento è Estragon Club all’interno della rassegna denominata DiMondi Festival.

2. Il soggetto organizzatore:

a) rappresenta il referente unico dell’Amministrazione comunale per l’organizzazione e lo svolgimento del mercato del riuso denominato „Mercato delle Pulci di Bologna“;
b) ha sottoscritto con il Comune un’apposita convenzione denominata Festival DiMondi, assumendo la responsabilità del corretto svolgimento dello stesso;
c) provvede all’organizzazione dei mercati e all’assegnazione degli Stand avendo cura di ammettere soltanto i soggetti identificabili nell’articolo 5.
d) informa gli operatori degli obblighi sulla corretta conduzione del posteggio/Stand;
e) invia al Comune, nei giorni immediatamente successivi allo svolgimento di ogni edizione del mercatino, l’elenco degli espositori.

  1. I banchi di vendita, le attrezzature e le merci esposte devono essere collocati nello spazio assegnato.

    2. I veicoli adibiti al trasporto della merce o di altro materiale in uso agli espositori non possono sostare nello spazio assegnato per l’esposizione. Lo spazio globalmente occupato deve, comunque, rientrare nelle dimensioni dello spazio assegnato ed il veicolo non deve collocarsi nell’area di mercato.

    3. Eventuali tende di protezione dei banchi e quant’ altro avente tale finalità, non possono sporgere dalla verticale del limite di allineamento. I pali di sostegno e quant’ altro analogo, da misurarsi dal suolo al lato inferiore della frangia non devono essere inferiori a mt. 2.

    4. L’operatore si impegna ad usare, per gli impianti elettrici a servizio del proprio banco, apparecchiature e materiali conformi alle norme vigenti e ad installare detti impianti secondo le prescrizioni di legge senza provocare inquinamenti acustici/ambientali. Resta comunque inteso che lo stesso si assume ogni responsabilità civile e penale per eventuali danni derivanti dall’uso degli impianti (lo spazio espositivo è dotato di illuminazione pubblica).

  1. Nelle giornate destinate alla manifestazione, potrà essere vietata la circolazione dei veicoli nell’ area, fatti salvi i mezzi di emergenza, le forze di Polizia ed i veicoli degli operatori commerciali nelle ore antecedenti la manifestazione. I cicli dovranno essere spinti a mano, mentre non si pongono vincoli alla circolazione dei veicoli adibiti alla mobilità individuale dei disabili.

  1. L’occupazione degli Stand è assoggettata al pagamento della prezzo di occupazione di spazi stabilito sul sito www.mercatodellepulcibologna.it e può variare da edizione ad edizione.

  2. La mancata corresponsione del corrispettivo e di quant’altro eventualmente dovuto, comporta l’impossibilità di assegnazione dello spazio espositivo.

  1. È fatto divieto ai partecipanti di esporre prodotti diversi da quelli previsti dal presente Regolamento.

  2. Durante tutta la durata del mercato è richiesto di conservare la ricevuta comprovante il pagamento posto di assegnazione (indicante numero e lettera) e di esibirla in caso di richiesta da parte dello staff dell’organizzazione.

  3. Non può essere occupata un’area superiore a quella assegnata.

  4. In ogni caso gli esercenti devono assicurare il passaggio dei mezzi di emergenza e di pronto intervento.

  5. Gli esercenti sono tenuti ad agevolare il transito nel caso in cui uno di loro debba abbandonare eccezionalmente la manifestazione prima dell’orario prestabilito.

  6. L’espositore ha l’obbligo di tenere pulito lo spazio occupato e, al termine dell’occupazione deve raccogliere i rifiuti, chiuderli accuratamente in sacchetti a perdere e depositarli nei contenitori e nei luoghi prescritti.

  7. Lo spazio assegnato non deve rimanere incustodito.

  8. E’ vietato dividere il proprio spazio con altri espositori

  9. Ogni partecipante è tenuto ad un comportamento dignitoso e rispettoso dell’altrui persona/e. Comportamenti violenti (sia di natura fisica, sia verbale), indecenti, intimidatori e/o fraudolenti saranno causa di esclusione immediata e perenne dal Mercato.

 

1. In caso di inosservanza da parte dei partecipanti degli obblighi previsti dal presente Regolamento, si nega il permesso di esporre e si fa inoltre divieto di partecipazione ad ogni successiva edizione del suddetto mercato.

 

Due figli di ambulanti della piazzola incontrano un organizzatore di eventi.
Da un’idea di Davide Vergoni e Ambra Alberi in collaborazione con Estragon Club e DiMondi Festival

Social Media